Fabio Volo: “UNA GRAN VOGLIA DI VIVERE”, la crisi delle relazioni

Spesso un libro arriva al momento giusto. È quello che mi è successo leggendo il romanzo protagonista della recensione di oggi. Si tratta di Una gran voglia di vivere, ultimo libro di Fabio Volo, pubblicato a ottobre 2019 da Mondadori. Il romanzo è stato scritto durante un viaggio dell’autore con la sua famiglia in Australia e Nuova Zelanda.

-E qual è il problema vero?-

-Semplicemente ho una gran voglia di vivere.-

Faceva male, eppure aveva trovato le parole giuste. Era così anche con me. Avevamo entrambi una gran voglia di vivere e la tristezza stava nel fatto che insieme sembravamo non esserne più capaci.

La trama

La storia narra di Marco e Anna (apprezzabile citazione a una canzone di Lucio Dalla). I due sono sposati da sette anni e hanno un bambino di cinque, Matteo. La coppia è in crisi, l’entusiasmo iniziale è svanito lasciando spazio alla quotidianità. I due decidono comunque di partire per un viaggio in Australia e Nuova Zelanda già programmato che sarà il vero protagonista nella maggior parte della narrazione. Lì, lontano da casa, Marco e Anna si troveranno faccia a faccia con i loro problemi e saranno costretti ad affrontarli. Durante il viaggio incontreranno anche varie coppie e ognuno di essa darà loro uno strumento per potersi ritrovare e ricominciare.

Leggi anche: Yu Hua: “IL SETTIMO GIORNO”, i sentimenti oltre la vita

Quando un matrimonio va in crisi

Il tema centrale del romanzo è la crisi di una relazione dovuta agli inevitabili cambiamenti che avvengono in una coppia in seguito alla nascita di un figlio. Il tema viene trattato mediante un’analisi introspettiva del protagonista. Significativo è il momento in cui Anna chiede a Marco se la ama ancora e lui molto sinceramente risponde: “Non lo so più”. L’uomo riflette a lungo sul fatto che prima di allora aveva sempre dato una risposta sbrigativa e scontata. Poiché in quel momento non era più riuscito a mentire, Marco si rende di essere di fronte davvero ad una crisi. Successivamente, durante il viaggio di famiglia, i due coniugi si troveranno ad affrontare i loro problemi e a dover trovare delle soluzioni. Scopriranno anche delle fragilità reciproche che non conoscevano.

Altro tema presente nel romanzo è quello degli amori del passato che ritornano, ma in particolare quello del “cosa sarebbe successo se…”. Marco incontrerà una sua vecchia compagna di scuola e inizierà a fare delle fantasie su di lei e su cosa sarebbe accaduto se le loro strade non si fossero divise.

Una gran voglia di vivere - Fabio Volo

Con questa storia l’autore trasmette il messaggio che spesso nelle lunghe relazioni accade che il “noi” inteso come coppia viene trascurato e si finisce per concentrare tutte le energie sui figli o su altri interessi. Dentro la famiglia occorre salvaguardare la coppia, allo stesso tempo all’interno della coppia si deve preservare un minimo di individualità.

Più volte nel romanzo si dice che le scelte lavorative influenzano l’equilibrio di una famiglia. Dopo la nascita del loro figlio, Anna ha smesso di lavorare ed è diventata una mamma a tempo pieno rimanendo molto spesso sola a casa con il bambino. È stato questo uno dei motivi del loro graduale allontanamento. Marco riceverà un’offerta di lavoro in una città lontana da casa e dovrà decidere se rimanere o no con la sua famiglia. Spesso tante persone sono costrette a scegliere tra lavoro e famiglia. È una tipica situazione in cui molti si potrebbero riconoscere ed è un punto di forza del romanzo. L’autore, come anche in altre sue opere, ha una notevole capacità di coinvolgere il lettore e descrivere delle situazioni comuni che più o meno tutti hanno vissuto.

Leggi anche: Giuda, di Amos Oz: sotto la maschera del tradimento, l’amore

Cosa ne penso

I luoghi del viaggio che farà il protagonista del romanzo insieme alla sua famiglia sono descritti in un modo inteso. Il lettore viene catapultato direttamente lì in quel camper e su quelle meravigliose spiagge.

Fabio Volo ha una scrittura molto semplice e diretta. Il suo obiettivo principale è quello di far riflettere sul tema delle relazioni e sulla ricerca di sé stessi. Si tratta di una lettura piacevole e rilassante.

Lo consiglio? Sì, ma solo a chi già apprezza la scrittura di Fabio Volo. Non credo sia il libro adatto per approcciarsi per la prima volta ai suoi testi. In tal caso consiglio, invece, Le prime luci del mattino (2011) ed Esco a fare due passi (2001).

Fabio Volo - Una gran voglia di vivere
L’autore Fabio Volo

Note sull’autore

Fabio Volo è un attore, scrittore, personaggio radiofonico e televisivo italiano. I suoi libri sono stati tradotti in molti Paesi del mondo. Una gran voglia di vivere è il suo romanzo più recente. Altri titoli dell’autore, oltre a quelli già citati, sono: È una vita che ti aspetto (2003), Un posto nel mondo (2006), Il giorno in più (2007), Il tempo che vorrei (2009), La strada verso casa (2013), È tutta vita (2015), A cosa servono i desideri (2016).

Lisa Frisco

UNA GRAN VOGLIA DI VIVERE

Casa editrice: Mondadori
Collana: Novel
I edizione: 22 ottobre 2019
Pagine: 199

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.